Mollo tutto e cambio vita! Ecco cosa portare in valigia!

Mollo-tutto-cambio-vitaTi hanno mai chiesto di preparare la valigia per un anno? Io rispondo si!! La mia amata sorellina ha deciso di sobbarcarmi la responsabilità degli outfit, utili, fashion e cool con la miglior ottimizzazione di spazio possibile per il suo viaggio di un anno in Australia!!

Si chiama Valeria, è sempre stata la più introversa e scontrosa tra le due, eppure ha scovato il meglio di sé in una città in cui non è nata riscoprendosi estroversa, conciliante ed esploratrice. Forse è proprio questo che spinge gli italiani ad andare all’estero, non si tratta solo di aver voglia di fare nuove esperienze, io credo sia una motivazione ben più profonda: “ritrovarsi” e non cercare qualcosa di più! Nessuno decide di sentirsi a casa e tutti possono non sentirsi a casa nel luogo in cui sono nati.

Valeria ha lasciato il nido all’incirca 5 anni fa alla volta di Barcellona, ma lascio che sia lei a raccontarvi in dettaglio la sua storia…

Sono sempre stata una persona piuttosto organizzata e come ci si aspettava da una ragazza con la testa sulle spalle ho seguito un percorso lineare di vita; ho quindi frequentato il liceo, poi l’università e mi sono laureata in una della facoltà più sicure che si potesse scegliere, economia. A 25 anni vinco una borsa di studio Erasmus Placement a Barcellona e mi trasferisco nella capitale Catalana! Dopo diversi stage e lavori part-time nel campo del web marketing, ho trovato un lavoro ben pagato di tutto rispetto in una delle migliori aziende in cui avrei mai potuto lavorare; la mia carriera lavorativa avanza a vele spiegate, cresco e il mio profilo si fa sempre più competitivo nel mercato del lavoro digitale. Nel frattempo conosco un sacco di persone da diverse parti del mondo e tra questi diversi viaggiatori incalliti, sempre alla ricerca di nuove avventure. Quando anche un caro amico lascia una città che è impossibile non amare profondamente per rischiare ancora tutto in una paese sconosciuto, una punta di invidia comincia a stuzzicarmi e la mia vita perfettamente organizzata e sicura comincia a starmi stretta. Lo stress e la noia diventano i protagonisti di giornate lavorative sempre più infinite, fino a che un bel giorno torno a casa, dopo le mie 8 ore di ufficio, guardo il mio ragazzo e gli dico…ma se mollassimo tutto e andassimo via?! Ed eccomi qui a scrivere consigli su cosa metter in valigia da Melbourne! Per sapere come ho organizzato il piano di fuga vi invito a leggere l’articolo su un altro mio blog. Qui ora parliamo di cose serie!

Come prepare la valigia per vivere un anno da backpacker

Ci sono diversi aspetti da tenere in conto quando si prepara una valigia per un viaggio, tra cui la destinazione, la stagione e la durata. Riguardo ai consigli che troverete in questo post, considerate che si riferiscono ad un viaggio con le seguenti caratteristiche:

– destinazione: Australia
– durata del viaggio: 1 anno
– stagione: probabilmente tutte e quattro difficile da sapere a priori
– motivo del viaggio: lavoro e svago naturalmente

Una volta deciso destinazione, durata, stagione e motivo del viaggio, dovrete pensare a cosa è imprescindibile portare con voi. Nel mio caso è stato di aiuto considerare che:

1- è vero che non sto andando a Milano Marittima, ma sono pur sempre italiana, il mio bagaglio deve essere fashion :)
2- Ho bisogno di lavorare su internet per portare avanti i miei progetti online, quindi tutti gli accessori elettronici devo venire con me.
3- Visiterò l’isola più grande al mondo e altri tre paesi, se tutto va bene.
4- Non avrò una residenza fissa quindi ho bisogno di essere leggerissima per spostarmi facilmente.

Riuscire a coniugare stile con praticità in viaggio sembra un’impresa impossibile, ma con qualche GRANDE sacrificio (un buon esercizio è ripetersi più volte nella mente “i tacchi non mi servono” i tacchi non mi servono” i tacchi non mi servono”) alla fine possiamo farcela!

Ecco quali sono gli accessori imprescindibili che rispondevano alle caratteristiche del mio viaggio e di cui non potevo fare a meno:

DSC01848

1) Macbook Pro + Iphone + sony RX100II (che non vedete perché ci ho fatto la foto) sono i miei indispensabili accessori per lavorare su internet e sui miei blog. Ho scelto il Mac per diversi motivi tra cui la leggerezza e scusate ma quanto è sexy?! L’iphone è stato scelta quasi costretta perché comodo da sincronizzare con il mio sexy Mac, anche se avrei preferito un altro device. La Sony è probabilmente una tra le più potenti fotocamere compatte, piccola e leggera.

2) Zaino. Principio fondamentale di viaggi lunghi de tenere a mente sempre è “meno è meglio” quindi ho comprato questo praticissimo Farpoint 55 L composto da zaino principale da 40 L e zainetto per tutti i giorni da 15 L. Penserete che sono pazza a far stare tutti i vestiti in 40L, ma se volete essere agili e non spaccarvi la schiena è la misura massima che dovreste portarvi dietro (sopratutto se come me siete alte 160 cm) Con lo zaino ho acquistato anche il leggerissimo beauty case giallo fluo facile da trovare anche di notte.

3) Asciugacapelli GHD portatile. La piastra era impossibile da portare dietro e poi faremmo ridere come backpacker dai, ma non ho voluto rinunciare a un super mini phon di questa incredibile marca, pratico e leggero. Consigliatissimo!

4) Scarpe Nike free run 5.0 Grazie al cielo le scarpe da ginnastica sono tornate ad essere un must have che addirittura possiamo indossare la sera per uscire! Leggere, comode bellissime.

5) Infradito Sam Edelman stanno bene con tutto e poi le tendenze primavera estate confermano che ancora il maculato vince!

6) Come Bikini ho scelto 1 f..k project 1 Surania e due slip calzedonia da coordinare ad entrambe la fasce così sembrarà di averne 6 (e poi da qualcuno si comprerà sul posto no?!) Di F..ck project ho usato poi la custodia come trousse comodissima.

7) Porta documenti bustina Michael Kors (davvero un must have ci sta anche il passaporto!!!) e borsetta Patrizia Pepe piccola che entra in qualsiasi bagaglio

8) Guida Lonely Planet e visto che pesa solo lei più di 1 kg e amo leggere, per compensare un pratico Kindle al posto di un libro.

Per quanto riguarda i vestiti la scelta è stata più complicata visto che tutti gli accessori occupano il piccolo zaino da 15 L e sono imprescindibili (forse la pochette di patrizia pepe no però dai non si può viaggiare senza una borsa per minuscola che sia!)

Nella foto ne trovate solo alcuni esposti tutti gli altri sono cntenuti nei divisori che vedete:DSC01889

1) 5 canotte intimissimi con slip abbinati. le mettete per qualsiasi cosa, per dormire per uscire e sotto ad un maglione.

2) Vestitini totali 4 più un pagliaccetto: 1 nero elegante per uscire che non ha bisogno di essere stirato  + 2 in cotone di H&M per tutti i giorni o per la sera da usare anche come magliettone + 1 vestitino e 1 pagliaccetto per andare in spiaggia

3) Felpe 3: 1 felpa only sportiva con cappuccio+ una semi elegante ed una elegante nera di Bershka a fiori

4) Pantaloni : 1 Jeans + 2 shorts di jeans + 2 shorts neri per andare in giro o per la spiaggia + 1 leggins elegante e 2 di cotone + 2 tecnici per escursioni (uno lungo e uno corto)

5) Magliette: 2 a manica lunga di Tezenis,  2 sportive tecniche per escursioni, una manica lunga tecnica di nike, 3 t.shirt di cotone con stampe varie, io ho scelto Massimo Rebecchi con stampa “Love” (day&night) , una con logo “Homnies” acquistata su Asos e una “manlike” bianca, giusto per non perdere di vista le tendenze.

6) canotte 3: due mango e una zara bianca e nera lunga da usare come vestito volendo

7) Divisori vestiti, fondamentali per tenere lo zaino in ordine e non buttare all’aria tutto per cercare dei calzini!

Consiglio per ultimo di scegliere dei colori neutri per il bagaglio o molto facili da abbinare per non portarvi dietro cose che alla fine non riuscireste ad abbinare.

Buon viaggio a tutte!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>